- Anai-it

15/10/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Anteprima Eventi
IL PRESIDENTE DELLA  SEZIONE ANAI DI ROMA
GEN. Leonardo FRENZA
Rivalutazione del trattamento pensionistico non riconosciuta e non liquidata  dall'INPS
Egregio Generale  Frenza,
mi riferisco alla nostra  conversazione telefonica dei giorni scorsi, in occasione della quale ebbi ad  aggiornarLa sulla riunione avuta in Studio con i colleghi Avv.ti Gaspare Faga e  Ferdinando Giffoni relativamente alla questione in oggetto, oggi di dominio  pubblico e ben visibile sui media,.
Lo Studio Legale ritiene  senz'altro proponibile un ricorso al Giudice del Lavoro, o in alternativa alla  Corte dei Conti, per ottenere, da parte di ciascun titolare di pensione leso,  l'integrale pagamento (e non l'una tantum riconosciuta nel noto Decreto  del Governo) della rivalutazione del trattamento pensionistico non riconosciuta  e non liquidata dall'INPS e sulla quale si è pronunciata la Corte Costituzionale  con la nota sentenza ricordata in oggetto.
Il fondo spese che viene richesto  per ciascuna posizione, e quindi per ciascun titolare di pensione (sono  interessati coloro che percepiscono un trattamento superiore al triplo della  pensione sociale), è di € 400,00 ed è comprensivo del ricalcolo della  rivalutazione monetaria della pensione, giusto conteggio da parte di un  competente consulente del lavoro.
L'importo è quantificato sulla  base degli accordi contenuti nella convenzione che l'ANAI ha sottoscritto con il  nostro Studio Legale.
Per la proposizione di ciascun  ricorso vengono richiesti i seguenti documenti:
- Copia dei cedolini di pensione  (o del prospetto annuale riepilogativo) relativi agli anni  2012/2013/2014;
- Copia del documento di identità  del ricorrente;
- Copia del codice  fiscale.
La procura ad litem dovrà essere  sottoscritta nel nostro Studio Legale, contestualmente al versamento del fondo  spese.
Le sarei grato se mi facesse  sapere qual'è l'interesse ed il riscontro dei soci ANAI rispetto a questa  iniziativa e a questa proposta di contenzioso, affinchè io possa organizzare e  coordinare il lavoro e l'attività del nostro Studio Legale.
Resto in attesa di un Suo sempre  gradito cenno di riscontro e
Saluto Cordialmente.



 

Torna ai contenuti | Torna al menu