- Anai-it

09/08/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

100 Anni Motorizzazione
Museo Storico della Motorizzazione


Il Museo Storico della Motorizzazione è, tra tutti gli altri musei delle varie Armi e Servizi, l'ultimo nato.

La sua costituzione risale al 1955 quando, su iniziativa del Corpo Automobilistico, fu disposto di dare avvio alla raccolta di ''tutto il materiale tecnico, storico e sportivo della Motorizzazione Militare, comunque in possesso dei vari Enti e Reparti dell'Esercito''.
Nel 1955, lìUfficio del Segretario Generale approvò la costituzione ''di fatto'' del ''Museo Storico della Motorizzazione Militare'' e, sempre nello stesso anno, con decreto del Ministero per la Difesa, fu nominato il Direttore del Museo medesimo.
Due anni dopo, nel 1957, con decreto del Presidente della Repubblica, il Museo fu eretto in ente morale, con sede in Roma, e ne venne approvato lo Statuto organico.
Da allora, nel breve svolgere del tempo, mediante una paziente, diligente e appassionata opera di ricerca di cernita, il Museo Storico della Motorizzazione si è arrichito notevolmente, tanto che oggi detiene la raccolta quasi completa dei veicoli a motore che furono adottati dall'Esercito italiano dai primordi della Motorizzazione fino a questi ultimi anni, oltre a particolari meccanici e ad una vasta documentazione fotografica.
Scopo del Museo Storico della Motorizzazione è quello di raccogliere e costudire i cimeli ed i ricordi che testimoniano le gesta compiute, in pace ed in guerra, dagli appartenenti al Servizio Automobilistico ed al Servizio Tecnico della Motorizzazione.
In tale ambito, i suoi compiti possono essere così sintetizzati:
  • aumentare, usufruendo di offerte spontanee o mediante acquisto presso i possessori, il numero di cimeli, documenti, ricordi che costituiscono la sua ragione d'essere e curarne l'esposizione al pubblico;
  • valorizzare, con ogni mezzo idoneo, le glorie e le tradizioni del Servizio della Motorizzazione in modo che i cittadini e specialmente i giovani, possano trarne incitamento alla loro elevazione morale e alla loro devozione alla Patria;
  • incoraggiare e promuovere gli studi storici relativi alla Motorizzazione, anche da parte dei civili;
  • la vita, l'organizzazione e l'attivtà del Museo sono regolate da apposito organico e relativo regolamento.
  • aumentare, usufruendo di offerte spontanee o mediante acquisto presso i possessori, il numero di cimeli, documenti, ricordi che costituiscono la sua ragione d'essere e curarne l'esposizione al pubblico;
  • valorizzare, con ogni mezzo idoneo, le glorie e le tradizioni del Servizio della Motorizzazione in modo che i cittadini e specialmente i giovani, possano trarne incitamento alla loro elevazione morale e alla loro devozione alla Patria;
  • Attualmente il Museo Storico della Motorizzazione è ubicato alla Cecchignola, Viale dell'Esercito n. 172, nell'ambito della città Militare (in Roma)

PER LA VISIONE ON - LINE DEL MUSEO



PIANTINA DI ROMA

E DEL MUSEO AUTOMOBILISTICO

Museo Storico della Motorizzazione Militare, Itinerario per raggiungere la Città Militare della Cecchignola, ove trovasi il Museo Storico della Motorizzazione Militare   ( Viale dell' Esercito N° 170 ) ROMA





"la Sezione ANAI di Roma  ha il piacere di  pubblicare il seguente storico filmato girato dall'Istituto LUCE negli anni  cinquanta presso l' allora Scuole della Motorizzazione."

                                                                                                                                                                                   

 
 
 

 
Tel. 06.50237374
 
 
Il museo può essere visitato liberamente il sabato dalle ore 9 alle ore 12.
 
Dal lunedì al venerdì è possibile visitarlo su prenotazione (solo gruppi).
Per raggiungere la Cecchignola dalla Stazione Termini è consigliabile servirsi della Metro ''B'' fino alla stazione Laurentina, da dove è possibile proseguire con gli autobus 763 che percorre il Viale dell'Esercito; scendere alla fermata della Caserma Arpaia, dopo pochi metri si trova l'ingresso del Museo. In auto si percorre la via Cristoforo Colombo, si prosegue per la Via Laurentina, si entra nella Città Militare della Cecchignola - Viale dell'Esercito. Nel Viale dell'Esercito esiste un posto di controllo dei veicoli; per entrare con l'automezzo si deve lasciare un documento per ottenere 'il “passi''. Il documento si ritira in uscita restituendo il “passi".

              

 

Torna ai contenuti | Torna al menu