- Anai-it

15/10/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Sezioni - A.N.A.I > Italia > Nord > Mede
Gruppo Mede Lomellina

FOTO CITTA' Piazza Centrale



I primi abitanti del nostro territorio furono i Levi, intorno al 1000 a.c.. In seguito Mede fu una stazione di cambio cavalli di un intenerario romano noto come Gerosolimitano. Dalla caduta dell'impero romano Mede, come tutta la Lomellina fu invasa dagli Eruli, dai Franchi, dai Goti ed infine dai Longobardi. Nel XIV il territorio medese passò sotto il dominio del Ducato di Milano. Durante il periodo Sforzesco, Mede come l'intera Lomellina conobbe lo sviluppo delle attività agrarie, tra cui la promozione di nuove coltutre; come la marcite ed il riso. Nel 1535, alla morte di Francesco Sforza, la Lomellina passa sotto la dominazione spagnola. Con il trattato di Ultrecht, 1713, Mede fu staccata da Milano e aggregata al Piemonte. Durante il periodo napoleonico Mede formava insieme a Vigevano, Mortara, Garlasco e Sannazzaro il distretto della Lomellina. Dopo la seconda guerra mondiale, si è assistito a forti mutamenti nella società, ma anche ad una notevole diminuzione della popolazione, causa di un'insufficiente industrializzazione, che d'altro canto ha permesso l'affermazione di un'agricoltura d'avanguardia.

CAPOGRUPPO

Sig. Angelo BELLONI
Corrispondenza: Tabaccheria Belloni
tel. e fax: 0384.822106
E-mail:
anai.mede@libero.it


        

 

Torna ai contenuti | Torna al menu