Home Page - Anai-it

20/02/2017
Vai ai contenuti

Menu principale:






   











Sezione di Treviso
"Approfitto di questo mezzo di comunicazione per  aggiornare i soci assenti giustificati e non sull'assemblea della sezione ANAI  di Treviso che si è tenuta questa mattina 19 febbraio 2017.
La cerimonia ha avuto inizio sulle note dell'Inno  di Mameli e successivamente, si è proceduto al passaggio della Bandiera della  Sezione dal Presidente cedente dott. Stefano Vedelago al Brig. Gen. Aldo Marandino.  
Durante l'Assemblea:
- è stato presentato il nuovo Consiglio direttivo  eletto il 15 gennaio 2017;
- è stato illustrato il programma di massima delle  attività del corrente anno;
- è stato approvato all'unanimità la proposta di  intitolare la Sezione al compianto Col. Comm. Giannino Garbellotto che ha  rappresentato un punto di riferimento sia come Presidente di Sezione che come  Delegato Regionale per ben 26 anni (1986 - 2012).
- Sono stati resi noti i dettagli per l'incontro  del 19 marzo p.v. :
Ore 11,30 celebrazione messa in onore degli Autieri  caduti presso la parrocchia Di Olmi di San Biagio di Callalta ed alle ore 13  ritrovo presso l'Agri Ristorante al Redentor (Via Giuseppe Verdi, 4, 31048 San  Biagio di Callalta TV) per consolidare, intorno ad un tavolo imbandito,  l'amicizia ed i valori di cui siamo testimoni;
Si raccomanda di far pervenire la prenotazione  quanto prima possibile per ovvi motivi organizzativi.
- è stato auspicato un maggior impegno, da parte di  tutti i soci, a partecipare alle attività della Sezione, superando la pigrizia,  scusandola con i numerosi impegni.
La molla che ha fatto scattare la mia messa in  gioco in questa attività, è partita dal fatto che ci si trovava solo per eventi  luttuosi. Ci siamo guardati negli occhi arrossati ed abbiamo deciso, con i  presenti, di ritrovarci anche insieme intorno ad un tavolo imbandito per far  festa e ricordare i tanti episodi che ci hanno visti protagonisti, in oltre  quarant'anni di vita militare.
Io ci sto e sono presente  e voi  ???????
Al termine dell'Assemblea, è stata consegnata la  tessera di socio al Tenente Avvocato Carlo Baroncini.
Colgo l'occasione per porgervi i più cordiali  saluti anche da tutto il consiglio direttivo.
F.to     Il Presidente
 Sezione A.N.A.I. di TREVISO
Brig. Gen.  Aldo  MARANDINO


Sezione di Terni
Il giorno 18 febbraio  2017, in località Poggio di Otricoli (TR) Si è svolta la commemorazione dell'aut. Orazio Costorella, M.O.V.C., fucilato  dai nazisti il 17 febbraio 1944 nella medesima  località.Alla cerimonia erano  presenti il Cap. CC. Michele Basilio, Comandante della Compagnia CC di Amelia e  massima autorità militare presente; il sindaco di Calvi dell'Umbria, dott. Guido  Grillini; due membri dei consigli comunali di Otricoli e di Narni in  rappresentanza dei rispettivi sindaci, le Associazioni d'Arma e Combattentistiche ed una rappresentanza della scuola media di Calvi dell'Umbria. La Sezione ANAI di Terni, è stata rappresentata dal Presidente,  Col. Luigi Bigaroni e dall'aut. Adriano Dottori. Nella foto l'aut. Dottori con il labaro dell'associazione sotto  la foto dell'aut. Costorella.
L’ipocrisia svelata sul soldato Olivotto
Guglielmo Olivotto fu rinchiuso a Fort Lawton finché, dopo l’8 settembre, lo  inquadrarono nell’Unità Italiana di Servizio (ISU) agli ordini degli americani.  Fu trovato morto impiccato di Gian  Antonio Stella
Settantadue anni, due mesi e venti giorni dopo il suo assassinio, il prossimo 4 novembre, sulla tomba del soldato Guglielmo Olivotto, sepolto al cimitero militare di Fort Lawton, a Seattle, sarà deposto un mazzo di fiori del nostro governo. Era ora. Certo, non saranno i primi fiori a esser deposti lì. Ne avevano già posati, ogni anno, gli immigrati italiani che fecero costruire a loro spese il monumento (una colonna spezzata) che ricorda quello sfortunato autiere militare vittima di un linciaggio razziale e altri compaesani di passaggio. L’Italia no, però. L’Italia non aveva ancora fatto quel piccolo ma importante gesto. Che va a riparare un ritardo sconcertante. Nato nel 1911 nel trevigiano, mandato in guerra in Africa, catturato dagli Alleati nel ‘43 e spedito come prigioniero di guerra a Seattle, Guglielmo fu rinchiuso a Fort Lawton finché,
dopo l’8 settembre, lo inquadrarono nell’Unità Italiana di Servizio (ISU) agli ordini degli americani. Con tanto di divisa e la scritta Italy. A Fort Lawton, però, scrive l’ufficiale a riposo Renzo Carlo Avanzo, che più di tutti si è battuto per rendere onore al morto dimenticato, è di stanza in quel periodo «un battaglione di colore che il 15 agosto 1944 deve imbarcarsi per il Pacifico. Nella notte tra il 14 e il 15 agosto scoppia una rissa tra i soldati di colore e gli italiani. All’alba Olivotto viene rinvenuto impiccato». La colpa del linciaggio viene addossata a una trentina di soldati di colore. Processati. Condannati.
Mezzo secolo dopo, sul Corriere, Ennio Caretto scriverà che grazie al libro-inchiesta «On american soil», di Jack Hamannun, non solo il caso era stato riaperto ma i militari riconosciuti innocenti: «L’annuncio ha suscitato scalpore: la Corte marziale dei 28 neri fu la più grande della seconda guerra mondiale in America. Ma stando al tribunale, l’omicidio di Olivotto, trovato appeso a una fune dopo un feroce scontro tra i prigionieri italiani e i soldati Usa, fu probabilmente commesso non dai neri bensì da poliziotti militari bianchi, il cui leader morì anni fa». Uno dei riabilitati, ancora vivo, confermerà: «Ne sentii uno, di quei poliziotti, minacciare di spaccare la testa a Olivotto. Alcuni odiavano gli italiani: dicevano che erano nemici e dovevano essere trattati come tali». Fatto sta che per decenni, negli archivi italiani, per salvaguardare il buon nome dell’esercito americano, il soldato trevisano risultò morto in un «incidente»… Una ipocrisia rimossa soltanto nelle ultime settimane.
Sezione di Ginosa
In seguito alle abbondanti nevicate che hanno interessato il tarantino e barese ed in particolare la città di Ginosa, la sezione locale di Protezione Civile ANAI non è rimasta a guardare. Senza batter ciglio i volontari hanno deciso di attivarsi autonomamente presso il COC del Comune di Ginosa (dal 7/01 al 15/01) che ha accettato volentieri il nostro aiuto. Sin da subito i nostri volontari, ALOIA Francesco, CALIA Marino Nicola, CIRIELLO Stefano, ARMANDI Nunzio Paolo e PIZZULLI Andrea si sono armati di pale e tanta voglia di fare ed hanno iniziato a spalare la neve lì dove più necessario e urgente. Si è proceduto a liberare le arterie principali della cittadina oltre a quelle strade di difficile accesso agli spazzaneve, si è svolto il servizio di recepimento medicinali e consegna ai domicili di chi era impossibilitato a muoversi. Nei giorni a seguire i tecnici comunali hanno voluto che la nostra associazione si occupasse di tutti gli istituti scolastici della città e che li liberassimo da neve e consentissimo il regolare inizio delle lezioni. Impresa ardua e difficile ma non impossibile. I nostri volontari hanno ripulito piazzali, ingressi, vie di fuga, centrali termiche, marciapiedi e strade limitrofe agli istituti di tutta la neve presente ricevendo un grazie sentito da parte di tutta l’amministrazione comunale e cittadini che si sono complimentati nel vederci al lavoro (ironicamente, un po’ meno i ragazzi che speravano in un prolungamento delle vacanze). Il nostro sentito grazie va a tutte quelle persone che sono state al nostro fianco incitandoci sempre a far meglio e bene il nostro servizio e per tutti quei gesti di generosità che si sono manifestati anche nel darci un bel caffè caldo. Brig. Gen. Dott. Salvatore CINCIMINO   Vedi galleria fotografica allegata
    
2°  raduno Interregionale 3 - 7 maggio 2017 - Sezione di  Napoli
Metto al corrente la  Presidenza Nazionale e le Sezioni in  indirizzo per conoscenza che è intendimento della Sezione di Napoli procedere  alla realizzazione di un 2° raduno interregionale da tenersi in Agropoli (SA),  ridente cittadina balneare che si affaccia sul mar Tirreno.
Si è ritenuto stabilire il periodo riportato in oggetto per   i seguenti motivi:
-           L’occasione di visitare le zone turistiche viciniore  ( Amalfi,  Positano, Paestum, Vietri ecc.);
-           Concomitanza con un evento – per le celebrazioni del Centenario  della Grande Guerra - organizzato da SME , MIUR, Fondazione delle Ferrovie di  via Pietrarsa in Portici ed altre organizzazioni di caratura nazionale, in  quanto  vuole essere un’opportunità per  trasmettere lo spirito e i valori che ci  legano alla storia del nostro Paese verso le  nuove generazioni.
Inoltre, mi auspico di poter procedere anche per  un’esercitazione di P.C. dopo averne discusso con le autorità  locali.
Questo vuole essere il primo pacchetto d’informazione per  tutti.
I prossimi ragguagli verranno tramessi direttamente  alla  Presidenza per gli inoltri di competenza.
Molte cordialità ed affettuosità,
Brig. Gen. Dott. Salvatore CINCIMINO







SANTA MARIA DELLA VERSA
Si è spento serenamente domenica scorsa nella sua casa di Pizzofreddo Mario  Reguzzi, classe 1915, che nello scorso mese di novembre aveva festeggiato 101  anni.
Già effettivo del 3° Centro Autieri di Milano – 55esima sezione distaccata  di Piacenza, era stato richiamato nel 1940, durante la Seconda guerra mondiale,  e destinato a Cagliari, dove ha combattuto a difesa della città, guadagnandosi  la "Croce al merito di guerra". Aveva anche contratto la malaria, da cui era  riuscito a guarire. Nel dopoguerra, poi, è diventato meccanico - dentista,  aprendo tre studi a Milano, Segrate e Cesano Maderno, lasciando a malincuore il  suo paese d'origine per la Brianza. In Oltrepo Pavese Reguzzi è tornato  trent'anni fa, dopo la pensione, stabilendosi insieme alla moglie, una levatrice  di Montecalvo, nella casa natale, dove risiedeva tuttora.
Il 12 giugno scorso a S.Maria della Versa, in occasione del Raduno  Interregionale A.N.A.I, alla presenza di alte autorità civili, militari , e  dell'Associazione Autieri - di cui era orgoglioso socio e Decano - aveva  ricevuto il Diploma di Benemerenza Nazionale con Medaglia, ovvero la più alta  onorificenza concessa dall'Associazione Nazionale Autieri d'Italia. Messaggi di  cordoglio sono giunti ai familiari dai vertici degli Autieri in servizio ed in congedo. Gli Autieri della sezione Oltrepò Pavese  - i suoi Autieri - hanno  presenziato alle esequie con il Labaro e un picchetto che ha vegliato il  feretro durante tutta la celebrazione. La Preghiera dell'Autiere, il Silenzio d'ordinanza e gli onori all'uscita dalla chiesa di Pizzofreddo hanno  salutato Mario prima del suo ultimo viaggio.
Alla figlia Marina, alle nipoti Francesca e Martina, e ai parenti tutti gli  Autieri rinnovano affettuose e sentite condoglianze.
Sezione di Modena
Celebrazione del 100° anniversario della battaglia degli altipiani vicentini
e festa del tesseramento
Il 4 dicembre 2016 la Sezione ANAI di Modena e Gruppi di Reggio E.,Parma e Busseto, intitolata all’Aut. Cap. Magg. Laerte Bulgarelli” , ha fatto precedere alla tradizionale “Festa del tesseramento” una cerimonia a ricordo dei caduti nella battaglia degli altipiani nella Prima Guerra Mondiale,in cui 120.000 autieri con 1.000 autocarri  compirono mirabili gesti di fatica e dedizione, trasportando 300.000 uomini al fronte per contrastare la spedizione punitiva degli austro-ungarici. Cento anni orsono. La cerimonia è iniziata alle ore 10. con l’alza bandiera, le musiche dell’inno nazionale e del silenzio-tra la commozione di tutti i presenti- poi proseguita con la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti,portata da due agenti della polizia Municipale unitamente al Sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli, del Comandante dell’Accademia Militare Gen. Div.Salvatore Camporeale e del Presidente della Sezione Cav. Luciano Bianchini che hanno pronunciato brevi discorsi commemorativi e un saluto agli autieri,presenti con bandiera della Sezione e ai rappresentanti di altre associazioni d’arma e amici. Dopo la cerimonia, circa 70 autieri con amici e famigliari, si sono ritrovati in un ristorante di Bastiglia ,in una grande sala addobbata di bandiere tricolore e labari dell’ANAI per la Festa del tesseramento e gli auguri di Natale e Capodanno. Una festosa atmosfera di allegria,di scambi amichevoli di auguri e saluti ha caratterizzato questo tradizionale incontro. Una ricca lotteria, con premi offerti dalla Ditta RiCar di Modena (autoricambi) ha contribuito ancor più alla riuscita della festa.La Sezione vuole rivolgere un caloroso ringraziamento alle autorità intervenute, fra cui il Comandante della Polizia Municipale, che con la loro presenza hanno dato più significato e valore alla cerimonia rievocativa.
Il Presidente  Cap. Magg. Aut. BIANCHINI Cav. Luciano


SEZIONE ANAI DI ROMA
"Il giorno 18 dicembre 2016 si è svolto,con la presenza del  Presidente Nazionale Generale Dottor Vincenzo De Luca e del Presidenente Onorario Generale Dante Pigliapoco e di un considerevole numero di Soci e  famigliari, l'annuale conviviale della Sezione ANAI di Roma per lo scambio degli auguri di Natale e il rinnovo dell'iscrizione all'Associazione. Durante la manifestazione sono stati consegnati ad alcuni Soci presenti, che si sono  particolarmente distinti in attività svolte dalla Sezione durante l'anno,degli  attestati di beneverenza".

IL PRESIDENTE DELLA  SEZIONE ANAI DI ROMA  GEN. Leonardo  FRENZA


Domenica 11  dicembre 2016, presso il ristorante “Lu Pilottu” di Terni si è svolto il  tradizionale convivio annuale della Sezione ANAI di Terni. Il Presidente,  Col. Luigi Bigaroni, ha riassunto ai presenti le attività svolte durante l’anno  cedendo poi la parola al Cappellano della Sezione, Don Tino, che ha ricordato  gli autieri scomparsi. Durante il  convivio il Presidente ha reiterato la nomina di Cappellano della Sezione a Don  Tino Crudo ed ha tributato un attestato di benemerenza ai soci Claudio Serrani,  Andrea Nulli e Matteo Delli Poggi per la fattiva opera prestata in seno  all’Associazione di Protezione Civile “La Rosa dell’Umbria Onlus” negli  interventi in soccorso alla popolazione di Norcia a seguito dei noti eventi  sismici del 24 agosto e del 30 ottobre. Al termine del  convivio i soci presenti hanno rinnovato l’iscrizione al sodalizio ed è stato  loro distribuito il calendario 2017 dell’ANAI – Regione Umbria. Nella foto il  gruppo dei partecipanti al convivio.

Sezione di Maniago
Il 25 settembre, in Maniago, è stata celebrato il 6° anniversario della costituzione della Sezione ANAI “C.le Magg. Ca. Gaetano TUCCILLO”. Alla celebrazione hanno presenziato il Sindaco di Maniago Dott. Andrea CARLI , il Col. Vito ZANDOLINO, Comandante del Reggimento Logistico “ARIETE'', il Comandante del 132° Rgt. Art. e i genitori del nostro Gaetano, papà Tommaso e mamma Rosa. Alle varie fasi della cerimonia hanno partecipato le Sezioni ANAI del Friuli Venezia Giulia, alcune del Veneto e quella di Bondeno e di Modena dell'Emilia Romagna.Momento commovente e molto intenso di significato, quello che ha visto il Delegato Regionale ANAI, Cav. Mei, consegnare le medaglie ricordo ai discendenti dei militari caduti nella
Grande Guerra (discendenti provenienti da diverse zone d'ITALIA e venuti appositamente). A conclusione delle celebrazioni, come tradizione, si è provveduto alla benedizione degli automezzi militari, delle forze di polizia, della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile schierate nella bellissima Piazza Italia di Maniago. La memoria di Gaetano continua a vivere ogni anno, perché ogni anno noi Autieri della Sezione di Maniago, con i nostri amici, lo festeggiamo come un grande Autiere che ha servito il Paese sacrificando la propria vita. Ciao Gaetano, sempre nel nostro cuore.
Il Presidente  Primo Mar.Lgt. Salvatore PARISI
Il 12 novembre 2016, ricorrendo il 13° anniversario della strage di Nassirya, la Sezione ANAI di Terni ha deposto un omaggio floreale in memoria degli autieri vittime della strage presso il Monumento ai caduti di Nassirya di Narni Scalo.Domenica 13 novembre 2016 la Sezione ANAI di Terni, rappresentata dal Vice-Presidente Mar. Luciano Montesi e dall'aut. Adriano Dottori ha preso parte alla cerimonia di commemorazione dei caduti in località Portaria (TR). La cerimonia, organizzata dal sig. Renzo Spoldi, presidente dall' Associazione Società di Mutuo Soccorso di Portaria è cominciata alle ore 10:00 con la celebrazione della santa Messa cui ha fatto seguito un momento di preghiera nel locale cimitero. Successivamente c'è stata la deposizione di una corona presso il monumento ai caduti del paese seguita da un sobrio rinfresco. Nelle foto il monumento ai caduti di Nassirya di Narni Scalo (TR) ed una foto di gruppo dei partecipanti alla cerimonia di Portaria (TR)

  

Cerimonia di avvicendamento del Direttore del  Parco materiali motorizzazione genio artiglieria e NBC. Peschiera del Garda, 10  novembre 2016. Si è svolta oggi in "Forte  Mandella", alla presenza del  Direttore del Polo Nazionale di Rifornimento, Colonnello Pietro Barbera, la  cerimonia di avvicendamento, nella carica di Direttore del Parco materiali  motorizzazione genio artiglieria e NBC, tra il Colonnello tramat. Salvatore  Martiniello e il Colonnello tramat. Marco Blarzino. Alla cerimonia, alla quale  era presente il Comandante TRAMAT, Maggior Generale Arnaldo DELLA SALA, sono  intervenute numerose Autorità militari, civili e religiose e le associazioni  combattentistiche e d'arma.  Nel corso della cerimonia sono stati consegnati dal  Comandante TRAMAT, a personale Civile e Militare del Parco, degli attestati di  benemerenza. Durante il suo intervento il Direttore del Polo Nazionale di  Rifornimento ha espresso gratitudine al Colonnello Martiniello rimarcando sia le  altissime qualità morali che, accompagnate alla sobrietà, alla competenza e alla  capacità professionale, hanno caratterizzato il suo operato durante l'intera  carriera militare sia l'esemplare lavoro svolto e i brillanti risultati  raggiunti in ogni attività che ha visto protagonista il Parco. Nel discorso di  commiato, interrotto da momenti di sentita commozione, il Colonnello Martiniello  ha posto l'accento sul l'impegno, lo spirito di corpo e l'encomiabile iniziativa  dimostrata in ogni occasione da tutto il personale, sia civile sia militare,  dell'Ente. Al Colonnello Marco Blarzino, Direttore subentrante, che ha ricoperto  negli ultimi due anni l'incarico di Direttore del 15' CERIMANT di Padova, sono  stati formulati gli auguri per il nuovo incarico e per il prosieguo delle  attività del Parco nel solco tracciato dai predecessori sempre con l'obiettivo  di migliori traguardi.
 

   
La storia dello STENDARDO PRESIDENTE REPUBBLICA

Inaugurazione di un  monumento ai caduti per la patria

Sezione Autieri della Garfagnana


"24 ore non stop di amatriciana per Amatrice". Dalle 19,30 del sabato 3  settembre fino alla sera della domenica del 4 , i volontari hanno cucinato  amatriciana, anche durante la notte. Questa iniziativa ha permesso di  raccogliere 7500 euro che sono stati versati in un conto  creato dall'Unione  Comuni della Garfagnana per la raccolta fondi cosicché sia fatta un'unica  donazione a nome della "Garfagnana". I referenti della raccolta fondi   prenderanno accordi con il comune di Amatrice per finanziare il progetto  concordato con l'ente stesso. Di seguito il resoconto della serata e i ringraziamenti "Resoconto finale “24 ORE NON STOP DI  AMATRICIANA PER AMATRICE”  L’incasso totale della manifestazione è stato di 9700€, le spese sostenute  ammontano a 2200€, quindi la donazione per il progetto sarà di 7500€. La cifra è stata depositata su un conto corrente intestato all’Unione dei  Comuni della Garfagnana destinato alla raccolta di fondi per la realizzazione di  un progetto che sarà realizzato nel Comune di Amatrice e precedentemente  concordato con l’ente stesso. Il raggiungimento di questa cifra, così importante, è stato possibile  grazie a tutte le persone che sono intervenute ed hanno capito l’importanza  dell’iniziativa svoltasi tra il 3 e il 4 settembre. Molti si sono fermati a mangiare un piatto di matricina, piatto simbolo  della raccolta fondi, ma siamo riconoscenti anche a tutti coloro che non si sono  potuti trattenere, ma tuttavia hanno voluto lasciare un’offerta, fra questi il  Rione di Sant’Antonio. Non possiamo dimenticare di ringraziare alcune ditte, negozi ed enti che ci  hanno sostenuto in modi diversi in queste serate: Studio Tecnico Associato  T.P.A. Engineering, Panificio Angela, Pro Loco Castelnuovo di Garfagnana,  Fioravanti Capretz srl, Coffee Service srl, Gelomarket, Pi. Car srl, Studio  Telloli e il Comune di Castelnuovo. Altro contributo importante è stato quello di alcune associazioni che hanno  voluto aiutarci per la buona riuscita della serata. Ancora una volta, le persone della Garfagnana si sono mostrate per quelle  che sono: gente generosa che nel momento del bisogno è pronta a dare una mano a  chi ha bisogno. Ringraziamo inoltre le varie sezioni dell’ANAI per aver condiviso e  pubblicizzato questa iniziativa sul loro territorio: per noi fonte di grande  soddisfazione. GRAZIE A TUTTI! GRAZIE a  nome dei membri della sez. Garfagnana dell’Ass. Naz. Autieri  d’Italia" .












SAN DANIELE DEL FRIULI
60° ANNIVERSARIO DALLA FONDAZIONE
DELLA SEZIONE AUTIERI






TeF Channell Magazine

Video SPECIALE 4 NOVEMBRE 2013

MUSEO DELLA MOTORIZZAZIONE

per una corretta visualizzazione usa








 
Torna ai contenuti | Torna al menu