Home Page - Anai-it

19/09/2021
Vai ai contenuti

Menu principale:



            

Sezione di Trieste
Celebrazione 50° Anniversario della Costituzione della Sezione
Domenica 12 Settembre in piazza Unità d'ITALIA si è svolta la celebrazione del 50° anniversario della costtuzione della Sezione di Trieste, Erano presenti alla cerimonia il Presidente della Sezione Cav. Uff. Giovanni Gasparini, il Sindaco di Trieste il Presidente di Maniago Primo Mar. Lgt (ris.) Salvatore PARISI, il Presidente di Portogruaro Cav. Vittorio BATTISTON accompagnato dal Vice Presidente Giuseppe VALERI, il Presidente di Bondeno il Cap. Fabio Cavicchioli, il Presidente di Modena Cav. Luciano Bianchini e il Vice Presidente Cav. Oreste Melchiorri e gli Autieri delle Sezioni. Dopo una breve allucuzione del Presidente Gasparini e del Sindaco della città, sono state depositate 2 corone d'Alloro sui Pili dedicati agli Autieri, Al suono della tromba è stato dato l'attenti e suonato il silenzio, e Il Presidente Primo Mar. Lgt (ris.) Salvatore PARISI ha letto la Preghiera dell' Autiere. Finito la cerimonia si sono trovati al ristorante per un momento dei saluti, Il Presidente Cav. Uff. Giovanni Gasparini ha ringraziato tutti i partecipanti al 50° Annivarsario.


 IL REGGIMENTO LOGISTICO “TAURINENSE”
INSIGNITO DELLA CROCE D’ARGENTO AL MERITO DELL’ESERCITO
Torino, 11 settembre. Nel corso della cerimonia di avvicendamento al comando della Brigata Alpina “Taurinense”, la Bandiera di Guerra del Reggimento Logistico “Taurinense” è stata decorata dal Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, Comandante delle Truppe Alpine, della Croce d’Argento al Merito dell’Esercito per l’impegno profuso durante l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ad accompagnare la Bandiera di Guerra, il Comandante del Reggimento, Col. Giulio Arseni. Il momento della decorazione è stata preceduto dalla lettura della motivazione con la quale il Ministro della Difesa ha concesso l’onorificenza. «Fiera e coesa Unità, fedele al suo motto "Omnia Omnibus", interveniva con slancio e determinazione, apportando un fondamentale contributo in supporto alla popolazione duramente colpita dalla grave emergenza epidemiologica da Covid-19. Conscia del subdolo pericolo affrontato, garantiva la distribuzione di materiale sanitario, nonché attuava opere di sanificazione essenziali per la mitigazione del rischio di contagio. Con generoso spirito di abnegazione, preservando l'incolumità altrui si faceva carico di trasportare, con profonda umanità nel loro ultimo, commovente viaggio, le salme dei cittadini deceduti».
L’evento ha assunto un valore ancora più significativo perché giunto a pochi giorni dal rientro del Reggimento dal Libano dove ha concluso il suo mandato semestrale nell’ambito della Missione UNIFIL durante la quale l’Unità ha trasferito la propria esperienza, supportando la popolazione locale e il Contingente Italiano nel contrasto alla difficile situazione epidemiologica nel “Paese dei Cedri”.

   



 Missione in Libano: esercitazione interforze Resilient Link III
Missione in Libano, il Comando italiano del Sector West ha schierato il proprio Posto Comando Avanzato nell'esercitazione Resilient Link III – 2021 9 settembre 2021 - Naqoura -Libano. Si è conclusa oggi presso la base “Green Hill” di Naqoura, nel Libano meridionale, l’esercitazione multinazionale interforze Resilient Link III – 2021, che ha visto impegnati per due giorni i Posti Comando Avanzati – Forward Command Post (FwCP) dei contingenti militari di UNIFIL.Il Contingente Nazionale Italiano sotto il comando della Brigata Aeromobile Friuli, responsabile del Sector West di UNIFIL, ha partecipato con il proprio Forward Command Post alla complessa esercitazione. L’HQ Support Unit su base battaglione “Pordoi” del 2° Reggimento Trasmissioni Alpino di Bolzano ha enucleato il FwCP completo di assetto di Force Protection e componente logistica di supporto necessaria.L’esercitazione ha visto per la prima volta dispiegati tutti i FwCP di UNIFIL. Oltre a quello italiano erano schierati anche quelli enucleati dal comando di UNIFIL, dal comando di Sector Est su base spagnola, dalla Force Command Reserve su base francese e dalla Maritime Task Force su base tedesca.L'esercitazione ha lo scopo di verificare l’efficacia delle procedure di prontezza operativa, la velocita’ nel creare una capacità di backup Communication and Information System (CIS) nell'Area di Responsabilità (AOR) e di controllare le capacita’ operative sia del personale preposto alle comunicazione che dei materiali tecnici, si è sviluppata attraverso l’impiego di sistemi di comunicazione satellitari, radio HF e VHF, PC campali e sistemi di supporto tecnico per la realizzazione di rete telefoniche, maglie radio e piu’ reti data finalizzate alle connessini tra I FwCPs, le unita’ schierate e anche con la Madrepatria.La capacita’ di dispiegare rapidamente sul terreno una struttura di comando e controllo in grado di utilizzare un network di comunicazione multilivello rende il contingente italiano in grado di contribuire al mantenimento del cessate il fuoco che è uno dei compiti impliciti assegnati a UNIFIL nel rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.



Sezione di Bondeno
Il 9 Agosto u.s. è “andata avanti” la nostra Socia Amica,  Stopazzola Agnese.  Da sempre presente ai principali eventi della nostra Sezione coinvolgendo spesso anche figlia e nipoti, portava sempre momenti di allegria e una battuta ironica o un sorriso non si negava mai a nessuno. È stata vinta dall’età, 90 anni, dopo aver convissuto per un paio di anni con una malattia degenerativa.  Ai famigliari vanno le condoglianze degli Autieri di Bondeno e dell’ANAI Nazionale.


Il 26 Agosto u.s. è “andato avanti” l’Amico dell’ANAI di Bondeno, Raul Cassetti. Raul non era iscritto come Socio ma la sua vicinanza, la presenza costante e la dedizione agli eventi della Sezione veniva considerato da tutti un “vero Autiere”. Esperto nuotatore, fondatore del “Canoa Club Bondeno”, purtroppo complicanze dopo un intervento chirurgico lo hanno vinto. Ai famigliari le condoglianze nostre e dell’ANAI Nazionale.


Il 05 Settembre u.s. è “andato avanti” il Socio, Vacchi Gian Enrico, già Tecnico dello Zuccherificio Eridania locale. Raggiunto il pensionamento ha potuto dedicarsi a tempo pieno alla ristrutturazione di Veicoli Militari d’Epoca, passione da sempre coltivata. Poco visibile agli eventi della Sezione ma ha trasmesso a tanti la sua passione. Ai famigliari le condoglianze dell’ANAI e dei Soci della Sezione.





Sezione di Bologna
Il 5 Settembre 2021 è deceduto il Delegato Regionale dll'Emilia Romagna, e Presidente della Sezione di Bologna. Gr.Uff. Dott. Magg.Antonio ZACHEO. Oggi 9 Settembre 2021 si sono svolti i funerali alla presenza dei familiarie ed erano anche presenti il Capo Settore Scuderia Italia Col. Andrea Prandi, le sezioni di Bondeno con il Presidente Cap. Cavichioli Fabio, la Sezione di Modena con il Presidente Cav.Luciano Bianchini e il vice Presidente Cav. Oreste Melchiorri,con la Bandiera delle Sezioni. Erano anche presenti alcuni Ufficiali di altre Armi e alcuni soci della Sezione di Bologna. Alla Famiglia sono stati espresse le condoglianze di tutte le Sezioni A.N.A.I.

Sezione di ROMA
L'8 Settembre, alla presenza del Capo dello Stato e delle Massime Autorità Civili e Militari, a Porta San Paolo si è svolta la Celebrazione del 78* Anniversario della Difesa della Città di ROMA
 

Missione in Libano: passaggio di consegne a ITALBATT
I Dragoni del “Nizza Cavalleria” (1°) cedono il comando della missione in Libano ai Fanti aeromobili del 66° Reggimento.
Si è svolto nella base italiana di Al Mansouri, l’avvicendamento alla guida di ITALBATT, la componente di manovra del Contingente italiano in Libano nell’ambito della missione UNIFIL, la forza di interposizione delle Nazioni Unite schierata nel Libano meridionale. Il capo missione e comandante di UNIFIL, Generale di Divisione Stefano Del Col, ha suggellato l’evento con il passaggio simbolico della Bandiera delle Nazioni Unite tra il Colonnello Paolo Scimone, Comandante il Reggimento "Nizza Cavalleria" (1°) di Bellinzago Novarese (NO) – cedente, e il Colonnello Marco Licari, Comandante del 66° Reggimento Fanteria aeromobile “Trieste” di Forlì – subentrante. Alla presenza dello Stendardo del “Nizza Cavalleria” (1°) e della Bandiera di Guerra del 66° Fanteria “Trieste”, il Generale di Divisione Stefano Del Col ha voluto ringraziare il Colonello Scimone per l’efficacia con la quale l’unità ha raggiunto tutti gli obiettivi della propria missione, assolvendoli in un contesto delicato e complesso come quello libanese, reso ancor più difficile dalla crisi economica del Paese e dall’emergenza pandemica in atto. A partire dal proprio insediamento ITALBATT ha condotto un totale di 8.395 attività operative sul territorio e lungo la Blue Line, la linea di demarcazione che separa il Libano da Israele, alle quali si aggiungono 857 attività operative congiunte con le Forze Armate Libanesi (LAF), a favore delle quali sono stati svolti anche corsi addestrativi specialistici (Infantry Specialist Training – Basic and Advanced skills e Mountain Warfare Specialist Training) a cui hanno partecipato 64 militari dell'Esercito Libanese. Inoltre, è stata effettuata l’attività di supporto alla popolazione attraverso la Civil-Military Cooperation (CIMIC), con 78 donazioni di beni di prima necessità a favore delle 19 Municipalità che si trovano all’interno dell’Area di Operazioni di ITALBATT, nonché lo sviluppo di due progetti di agricoltura sociale sostenibile a favore di comunità vulnerabili. La Task Force italiana subentrante, alimentata con uomini e donne del 66° Reggimento Fanteria “Trieste” della Brigata Aeromobile “Friuli”, del Gruppo Squadroni del Reggimento “Lancieri di Novara” (5°) e dal battaglione logistico del 6° Reggimento Logistico di Supporto Generale di Budrio, opererà per un semestre nel rispetto della risoluzione ONU 1701, assicurando giorno dopo giorno il monitoraggio e il controllo della cessazione delle ostilità, garantendo il rispetto del cessate il fuoco mediante posti di controllo e di osservazione, attraverso pattugliamenti nell’area costiera a sud della città di Tiro e lungo la Blue Line.


Sezione di Modena
l 30 Luglio 2021 presso l’Accademia Militare di Modena, e su richiesta del Presidente Nazionale A.N.A.I. Ten. Gen. Vincenzo De Luca, ho avuto l’onore di premiare con una borsa di studio e in allegato il diploma di Benemerenza al S. Ten. Pischedda Marco 1° Classificato durante il biennio 2018/2020 corso “DOVERE” E al 1° Classificato l’Allievo Gagliardi Domenico Pio anno 2020 corso “ESEMPIO” con una borsa di studio e in allegato il diploma di Benemerenza.
Presidente della Sezione Cav. Luciano Bianchini
c

Il Trasporto pubblico di Napoli
al sicuro grazie alla pronrezza
dell' ESERCITO e degli AUTIERI
Clicca sulla foto per l'articolo

Sezione di Sassari
Il giorno 24 Luglio si sono tenute le celebrazioni in onore di S.Cristoforo, Patrono degli Autieri e, in concomitanza, la Sezione di Sassari ha festeggiato il 4° anniversario della sua costituzione. La cerimonia si è svolta, dopo l'alzabandiera, con un corteo costituito dalle Associazioni d' Arma della Provincia di Sassari, preceduto da una banda musicale, fino alla Chiesa di S. Vincenzo dè Paoli, nella quale si è tenuta la funzione religiosa officiata dal Cappellano Militare Don Bastianino Pirino e dal  Missionario Don francesco Asproni, durante la quale sono stati eseguiti canti polifonici eseguiti dal Coro di Cargeghe (SS), che hanno fatto vivere momenti di intensa emozione e commossa partecipazione di tutti i presenti.
1° Mar. Ruolo d' Onore Giovanni Andrea MAMUSI
        Presidente Sezione A.N.A.I Sassari


Emergenza incendi sud Italia
Pineta di Siano (Catanzaro)
Aggiornamento dal Gruppo di P.C. A.N.A.I. San Bassano (CR) - Colonna Mobile
È il secondo giorno in cui i nostri Volontari del Gruppo Anai San Bassano sono operativi con il modulo Antincendio Boschivo in Calabria (Catanzaro). Chiamati al dovere, abbiamo prontamente risposto con una squadra in pronta partenza e con l'organizzazione di eventuali turnazioni per le settimane future. Siamo partiti nella notte di domenica e da subito siamo stati messi a supporto dell'Ana di Parma con la nostra attrezzatura ed i nostri mezzi. Restano coperte le attività sul nostro territorio, mantenute le convenzioni e il supporto ai comuni.

 Libano: cambio alla guida del contingente italiano
 La Brigata alpina “Taurinense” cede il comando dell'operazione “Leonte” alla Brigata aeromobile “Friuli”
Shama, 3 agosto – La Brigata alpina “Taurinense” ha ceduto oggi il comando del Contingente italiano in Libano alla Brigata aeromobile “Friuli” nell’ambito della missione UNIFIL, la forza di interposizione delle Nazioni Unite schierata nel Libano del Sud.
Alla presenza dell’Ambasciatrice d’Italia in Libano Nicoletta Bombardiere e delle principali autorità civili e militari locali, con una breve cerimonia presieduta dal capo missione e comandante di UNIFIL generale di Divisione Stefano Del Col, il generale di Brigata Davide Scalabrin ha ceduto la bandiera delle Nazioni Unite al parigrado Stefano Lagorio.
Nel corso del suo intervento, il Generale Del Col ha ringraziato gli Alpini e i Dragoni della “Taurinense” per il “grande lavoro svolto in questo semestre, durante il quale la Brigata ha saputo rimodulare efficacemente le diverse attività operative, sia nel supporto alle Lebanese Armed Forces (LAF), sia nella delicata attività di monitoraggio del cessate il fuoco tra Libano ed Israele, anche durante i difficili momenti di crisi e instabilità nell’intera area mediorentale”.
Per il raggiungimento degli obiettivi della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, i peacekeepers italiani “hanno saputo agire sempre con imparzialità e trasparenza, instaurando rapporti di stima e rispetto con i colleghi delle LAF e guadagnandosi costantemente il consenso unanime delle istituzioni e della popolazione locale, anche mediante la realizzazione di mirati progetti di cooperazione civile-militare”. Le attività di sostegno alle fasce più deboli della popolazione sono state infatti rese più aderenti alle criticità causate dapprima dall’emergenza sanitaria da Covid-19, e successivamente dal deterioramento del tessuto socioeconomico del Paese.
Durante il proprio mandato, lo stretto coordinamento tra la Cellula CIMIC (Cooperazione Civile Militare), l'Ufficiale veterinario, la Gender e il Medical Advisor e la componente di Pubblica Informazione, ha consentito di sviluppare progetti mirati al self-sustainability building, come la realizzazione di corsi di imprenditorialità femminile o la costruzione di aree agricole ecosostenibili e autosufficienti, sostenendo quindi in maniera efficace la microeconomia nell'area di responsabilità e consentendo di sviluppare efficaci campagne di comunicazione sul territorio per incrementare le possibilita’ di individuare nuove realta’ con cui replicare i progetti pilota.
Il Generale Del Col si è poi rivolto agli uomini e alle donne dalla “Friuli”, esortandoli a “proseguire nel solco tracciato dai precedenti contingenti, operando con equilibrio, professionalità, imparzialità, diplomazia, efficacia, credibilità e rispetto.”
La Brigata aeromobile “Friuli”, alla sua quarta missione in Libano con i colori delle Nazioni Unite, assume il comando del settore Ovest di Unifil in cui operano 3.800 “caschi blu” di 16 dei 46 paesi contributori alla missione Unifil e di cui fanno parte 1.000 militari italiani.

4 Chiacchiere con Pierangelo Faustinelli




Congratulazioni Ca Tramat & Raduno ANAI 2021

Sezione Oltrepo Pavese
Nella mattinata di martedì 13 luglio 2021, presso la sala "Agostino Depretis" del Comune di Stradella, si è svolta la cerimonia di consegna della Croce al Merito di Guerra all'artigliere Luigi Parisi, reduce stradellino della Campagna di Russia, inquadrato nel 2°Raggruppamento Artiglieria di Corpo d'armata (3°gruppo). La cerimonia si è svolta alla presenza del Prefetto di Pavia, Dott.sa Rosalba Scialla, del Colonnello Giuseppe Pierro (in rappresentanza del Comando militare Esercito Lombardia), del Capitano Carlos Lorenzo Musso (Comandante della Caserma dei Carabinieri di Stradella) e di Alessandro Cantù Sindaco di Stradella. A rappresentare la Sezione Autieri Oltrepo Pavese erano presenti con Labaro gli inossidabili Giancarlo Zucchini e Roberto Rebasti.


Cerimonia a Piacenza
Giovedì 8  luglio 2021 a Piacenza, presso il Polo di Mantenimento Pesante Nord, si è svolta la cerimonia di avvicendamento tra il Direttore cedente, Magg.Gen.tramat SERGIO SANTAMARIA, e il subentrante Brig.Gen.tramat DANIELE DURANTE. Presente il Capo dell'Arma e Capo Dipartimento dei Trasporti e Materiali dell'Esercito Italiano Magg. Gen. Arnaldo Della Sala, e il Vicepresidente Nazionale ANAI Brig.Gen. (ris) Francesco Lo Iacono. Alla cerimonia era presente il Labaro della Sezione ANAI OLTREPO PAVESE scortato dai membri del Direttivo Roberto Rebasti, Lorenzo Blitto, Valerio Nicolini e Angelo Ottini. Lunedì 12 luglio 2021 in Roma ci sarà l'avvicendamento tra il Magg.Gen. Della Sala e il Magg. Gen. Santamaria, che gli subentrerà quale nuovo Capo dell'Arma e del Dipartimento Tramat. Agli amici Gen. Della Sala gli auguri per una serena "vita civile", e al Gen. Santamaria le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro per il nuovo prestigioso incarico, degno coronamento di una carriera con le gloriose mostrine neroazzurre vissuta con "animo fervente" come recita il nostro motto!
Aut. Claudio Pastore - ANAI OLTREPO PAVESE


Sezione di Terni
Il giorno 3 luglio 2021, in località Stroncone (TR), la Sez. ANAI di Terni, rappresentata dal Vice Presidente aut. Adriano Dottori e dagli autieri Benito Fossatelli e Alberto Massarelli, ha presenziato all'inaugurazione del monumento ai carabinieri caduti. La cerimonia era organizzata dalla locale Associazione Carabinieri in congedo. Successivamente, gli autt. Dottori e Massarelli si sono recati presso l'Aviosuperficie di Terni, dove l'Associazione Paracadutisti, Sezione di Terni, ha organizzato la cerimonia di commemorazione del Serg. Magg. Marco di Sarra, in forza al 9° Reggimento "Col. Moschin", ammalatosi durante la missione in Ruanda nel 1994 e successivamente deceduto. Durante la cerimonia è stata presentata la restaurata statua della Madonna di Loreto. Nelle foto i partecipanti alle cerimonie.



Sezione di Napoli
Il 5 e 6 Giugno 2021 , l’A.N.A.I. sez di Napoli, coordinata da Michele Nocera, e’ stata protagonista nel Campo di addestramento della Protezione Civile al fine di apprendere le tecniche di tutela ambientale. Il corso, organizzato dall’O.D.V. Protezione Civile TDB Italia, in collaborazione con il Comune di Castel Morrone (CE) e con il patrocino del Comune di Napoli ha visto impegnati volontari di diverse Associazioni nell’allestimento del Campo accoglienza, nelle Tecniche di Soccorso con relative esercitazioni anche notturne. Con il corso, si e’ tenuta anche la prima edizione del Memorial “Patrizio Falcone” in ricordo del 41enne ucciso nel maggio 2020 da un vicino di casa, per il quale era presente tutta la famiglia e alla quale e’ stata conferita una Targa dal Comune di Napoli per sottolineare la presenza delle Istituzioni contro le ingiustizie e ogni forma di violenza. Erano anche presenti il Sindaco di Castel Morrone, Gianfranco Della Valle, l’Ingegnere Caputo, Generale Salvatore Cincimino e gli Assessori del Comune di Napoli, Rosaria Galiero e Alessandra Clemente per testimoniare l’importanza della collaborazione e aggregazione al fine di contrastare un unico obiettivo che e’ la violenza in genere. Perche’ queste giornate siano costruttive, l’A.N.A.I. sez.di Napoli, per implementare la figura del Volontario partecipa con onore ed impegno agli eventi formativi. Il Volontario copre un ruolo fondamentale nei servizi forniti dal terzo settore, non svolgendo una professione, le sue attività  e le sue competenze necessarie, generalmente non vengono prese in considerazione cosa che al contrario dovrebbe essere dal momento che il Volontario spesso affronta per primo i bisogni emergenti presentando talvolta soluzioni innovative. Il Volontariato e’ un impegno costante che va rinnovato nelle competenze ed e’ necessario conseguire processi formativi adeguati, il Volontario non puo’ essere assolutamente impreparato nel suo servizio civile.
 
Fervent Rotae, Fervent Animi A.N.A.I. Sezione di Napoli






Sezione A.N.A.I. di Verona
la sezione A.N.A.I. di Verona rende omaggio all'autiere Gino Traverso, classe 1920, reduce di Russia.
Il Consiglio Sezionale di Verona dell'Associazione Nazionale Autieri d'Italia ha incontrato, presso la sua abitazione a Ronco all'Adige (VR), l'autiere Gino Traverso, di 101 anni, consegnandogli la tessera di socio Onorario A.N.A.I. Gino Traverso, classe 1920, chiamato alle armi durante il secondo conflitto mondiale quale autiere motociclista, ha partecipato ad attività belliche sul fronte francese, al confine con la jugoslavia ed infine, nel 1941, con il Corpo di Spedizione Italiano in Russia (CSIR), al seguito della 3^ Divisione celere Principe Amedeo Duca d'Aosta. E' stato emozionante ascoltare il racconto delle sue esperienze di combattente in terra di Russia, della sua moto Guzzi GT17, degli stenti della ritirata, del supporto mai negato della popolazione russa, definita benevola e generosa nei confronti degli italiani. Gino si è soffermato, visibilmente toccato dai ricordi, sui momenti della ritirata dal Don, sulle sofferenze patite, sulle condizioni ambientali estreme (-40),sulla steppa attraversata in pieno inverno, sul lungo viaggio di ritorno in Patria percorso per centinaia di chilometri a piedi. Al rientro in Italia (1943), il momento vissuto di confusione ed incertezza derivato dalla caduta del fascismo e dell'armistizio dell'8 settembre. All'Autiere Traverso è stata concessa nel 1967 la Croce al Merito di Guerra per il periodo bellico 1940-43, e la Croce al Merito di Guerra tedesca, anche detta (Croce del Freddo). La Sezione si onora di annoverare tra i suoi soci il reduce ultracentenario Gino Traverso, esempio di lucidità testimonianza delle tradizioni militari del Corpo Automobilistico.
Allegate: foto n.1 la consegna della Tessera da parte del Presidente Col. Massimo Bubbio; foto n.2 l'Autiere Gino Traverso ricevuta la tessera la bacia commosso; foto n.3 il figlio con parte del direttivo della sezione Autieri di Verona.
Il Segretario
1° Mar. Lgt. (ris.) Salvatore Rainone


L'ANAI Sezione di Verona alla 1000 miglia edizione 2021.
"Alcuni rappresentanti della Sezione di Verona dell'Associazione Nazionale Autieri d'Italia hanno incontrato colleghi ed amici che, a bordo di veicoli storici, sono transitati per la città scaligera durante l'ultima delle quattro tappe dell'edizione 2021 della celebre 1000 miglia, "la corsa più bella del mondo". Alla guida di autoveicoli che appartengono alla preziosa collezione del Museo Storico della Motorizzazione Militare dell'Esercito e che rappresentano esemplari talvolta unici del motorismo italiano, i colleghi in servizio, tra cui il Gen. Bonato, a bordo di una Lancia Aprilia del 1939, ed il Ten. Col. Luisi, Direttore del citato museo, su Alfa Romeo 6c Gran Sport Zagato del 1929,hanno vissuto un'esperienza indimenticabile sfrecciando lungo i quasi 1800 km del percorso.Presente anche, in occasione delle celebrazioni del Milite Ignoto, la Fiat campagnola del 1951 con alla guida il Magg. Maura Copponi."
foto n. 1 Magg. Copponi Col. Bubbio Aut. Nizzoli; foto n. 2 Gen. Bonato Col. Bubbio Aut. Nizzoli; foto n. 3 Col. Bubbio Aut. Nizzoli Ten. Col. Luisi e suo navigatore; foto n. 4,5,6 equipaggi partecipanti alla manifestazione.
Il Segretario
1° Mar. Lgt. (ris.) Salvatore Rainone


“Il Reggimento Logistico “Taurinense”
“Il Reggimento Logistico “Taurinense” prosegue l’impegno a favore delle famiglie e dei bambini libanesi, grazie alla partecipazione e ai contributi di donors italiani. Dopo aver effettuato importanti donazioni ad associazioni di volontariato nell’area di Tiro, gli Alpini della “Ceccaroni” si sono recati nel villaggio di Rumaych lungo la Blu Line – la linea di demarcazione tra Libano e Israele - per poter supportare la comunità attraverso la sede locale della Caritas che fornisce assistenza a otto insediamenti nell’area e che disporrà così di generi di prima necessità per l’infanzia. Le donazioni, alle quali hanno partecipato il Direttore della Caritas, Autorità locali e il Comandante del Reggimento, Colonnello Giulio Arseni, sono state rese possibili grazie alla solidarietà e alla collaborazione mostrate da importanti organizzazioni nazionali, tra cui l’Ana di Rivoli e l’Associazione Ampio Raggio ed organizzazioni internazionali che hanno voluto sostenere in maniera attiva le iniziative promosse per il Libano dal Reggimento Logistico. Il coordinamento della cellula CIMIC (Cooperazione civile-militare) del Sector West – il comando a guida italiana inserito nella missione UNIFIL – ha permesso di individuare l’organizzazione più idonea nell’area.”



Sezione di Terni
Il 2 giugno 2021, a Terni, nel rispetto delle norme COVID che hanno imposto la presenza massima di 2 rappresentanti per associazione d’arma, alla presenza delle istituzioni cittadine si è celebrata la cerimonia del 75° anniversario della roclamazione della Repubblica Italiana. Erano presenti, tra gli altri, il Prefetto Emilio Dario Sensi, il sindaco Leonardo Latini ed il Comandante del Polo di Mantenimento delle Armi Leggere, Brig. Gen. Vincenzo Sanfilippo. La celebrazione è iniziata con l’alzabandiera, accompagnata dall’Inno di Mameli mentre i vigili del fuoco del comando provinciale, hanno dispiegato il tricolore sulla facciata del liceo Artistico ‘Orneore Metelli’. Successivamente si è proceduto alla deposizione delle corone di alloro in onore dei caduti ed alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e saluto del Prefetto. Infine la consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana e delle medaglie d’onore in memoria di cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti. Per la Sez. ANAI di Terni sono intervenuti il vice-presidente Adriano Dottori e l’Aut. Paolo Bacocco.
Il Presidente di Sezione Col. Luigi Bigaroni


 Sezione di Milano – Attività di Educazione Stradale A.S. 2020/2021
Il 28 maggio 2021 si sono conclusi con pieno successo presso la Scuola Primaria Don Gnocchi di Milano gli incontri previsti nell’ambito del progetto “La Buona Strada della Sicurezza”, con le cerimonie di consegna degli “Attestati di Merito” agli alunni delle dieci classi aderenti all’iniziativa, ai docenti che hanno collaborato proficuamente con il Tutor dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, alla Coordinatrice del progetto e al Dirigente Scolastico dell’Istituto. Nel rispetto dei provvedimenti governativi, connessi con l’emergenza sanitaria, negli ultimi due mesi dell’anno scolastico, oltre alla Scuola Primaria Don Gnocchi di Milano ed a due classi della Scuola Primaria dell’Istituto Presentazione di Sesto San Giovanni (MI), sono riuscite ad effettuare l’attività di educazione stradale in presenza anche altre due classi della Scuola Primaria Feraboli e quattro classi della Scuola Primaria Pareto di Milano e quattro classi della Scuola Primaria G. Marconi ed una classe della Scuola Primaria M.T. di Calcutta di Senago (MI), per un totale di ben 393 alunni.
Brig.Gen.(ris) Francesco Lo Iacono


lettera e video del Ten.Gen. Restaino in occasione del 105° anniversario dela Battaglia degli Altipiani





Roma, 22 maggio 2021
Nella ricorrenza del 105° anniversario della Battaglia degli Altipiani, gli Autieri d’Italia inchinano i propri vessilli in onore  degli Autieri Caduti per la Patria, in pace e in guerra, e salutano con emozione la gloriosa Bandiera dell’Arma dei Trasporti e Materiali, già del Corpo Automobilistico, decorata di 12 onorificenze, testimoni della dedizione al dovere e del sacrificio  dei Soldati con le imperiture fiamme nero-azzurre.
Additando l’esempio di questi Soldati alle giovani generazioni, con l’orgoglio e la fierezza di quello che è stato fatto in oltre un secolo di storia e che sarà fatto certamente nel futuro, invio a tutti gli Autieri, in servizio e non, i miei più fervidi saluti e gli auguri di ogni bene !
Ten.Gen. Vincenzo DE LUCA
Presidente Nazionale degli Autieri d’Italia

22 Maggio 2021 FESTA DELL'ARMA DEI TRASPORTI E MATERIALI
L'Arma dei Trasporti e Materiali trae origine dal nucleo di militari addetti alla condotta delle automobili a benzina costituito nel 1903 presso la Brigata Ferrovieri del Genio e costituita il 1° settembre 1906 in "Sezione Automobilistica".  Attraverso adeguamenti continui della sua struttura l'Arma dei Trasporti e Materiali ha raggiunto l'attuale status nel 1998. Cresciuta per impegni e dimensioni attraverso il Servizio poi Corpo Automobilistico, l'Arma dei Trasporti e Materiali assolve i compiti legati alla Logistica dell'Esercito. Materia quanto mai vasta, complessa ed affascinante, è la base della funzionalità di un organizzazione militare. Missione essenziale dell'Arma è infatti la responsabilità sui materiali d'armamento ovvero di tutto il complesso di mezzi, apparati e sistemi d'arma indispensabili per il movimento ed il combattimento terrestri. Allo stesso modo, la capacità e competenza del personale dell'Arma dei Trasporti e Materiali è di importanza fondamentale nello spiegamento dei contingenti nazionali nelle missioni fuori area. L'umile "Servizio" si è dunque trasformato, applicando le potenzialità espresse dal semplice trasporto di uomini e mezzi, nella branca che ha fatto della gestione e manovra delle risorse, una componente fondamentale di qualsiasi operazione. Le Unità dell'Arma, nel recente passato ordinate in Battaglioni Logistici di diversa fisionomia a seconda della destinazione, sono state riordinate in Reggimenti Trasporti e di Manovra, ed inserite nella Brigata Logistica di Proiezione.Dal 2015 vengono riordinati in​ Reggimenti Logistici e inquadrati nell'ambito delle Brigate dell'Esercito Italiano conferendo loro la massima autonomia ed a svolgere​ il proprio​ ruolo all'interno della funzione Operativa “Supporto Logistico Proiettabile”. TANTISSIMI AUGURI A TUTTI/E le ASSOCIAZIONI NAZIONALE AUTIERI D'ITALIA
LA SEZIONE DI:MODENA, REGGIO EMILIA, PARMA E BUSSETO.
FERVENT ROTAE FERVENT ANIMI





Associazione Nazionale Autieri d’Italia
Comitato Organizzativo Raduno Centenario
(centenario.autieri.2021@gmail.com)
ASPETTANDO IL CENTENARIO … il 29/31 ottobre a milano
RISCOPRIAMO IL PATRIMONIO DI AUTO E MOTO custodito nei NOSTRI Musei
Nell’ambito dell’attività organizzativa del Raduno del Centenario, grande risalto è stato posto per diffondere e tutelare la cultura del motorismo storico. In tale contesto il Comitato Organizzativo, per far risaltare questa prestigiosa finalità e mettere in luce l’evoluzione tecnica e le caratteristiche dei veicoli condotti dai nostri Autieri, sin dalle origini della nostra costituzione, si è messo alla ricerca di illustri Musei di Auto e Moto del territorio nazionale che, oltre al nostro noto Museo Storico della Motorizzazione Militare di Roma, possano essere coinvolti per partecipare, in particolare, alla “Giornata Nazionale del Veicolo Militare Storico”, programmata per il 30 e 31 ottobre 2021, nell’ambito della nostra manifestazione.
Con tali presupposti, pur essendo stati fortemente condizionati dai noti provvedimenti governativi, il Comitato Organizzativo, in questi mesi hanno messo in moto una capillare ricerca di tali Musei, riuscendo a relazionarsi con alcuni di essi, tra i quali spiccano quelli legati alla storia e tradizioni di nostri illustri Autieri, ed, in particolare: quello di Tazio Nuvolari a Mantova, di Ferruccio Lamborghini a Funo di Argelato (BO) e di Giuseppe Guido Sterzi a Palazzolo sull’Oglio (BG). Proseguendo nella loro ricerca, sono riusciti a relazionarsi e visitare anche altri prestigiosi Musei di Auto e Moto Storiche, dal forte impatto emotivo e culturale, tra i quali: quello delle Motociclette Frera di Tradate (VA), delle Mille Miglia di Brescia e dell’Alfa Romeo di Arese (MI). In ciascuna struttura, ove i nostri rappresentanti sono stati accolti con viva cordialità, si percepiva uno spiccato spirito di collaborazione per la sinergia che si voleva creare con gli stessi e con tutti i Musei/Club e Collezionisti di automobili e moto militari e civili storiche, nonché per gli ambiziosi obiettivi posti alla base della celebrazione del nostro Centenario, fieri di avere al nostro fianco, non solo la rappresentanza del nostro storico Museo Storico della Motorizzazione Militare, ma anche di tutti coloro che hanno una propria identità storica da fare conoscere, nel magnifico scenario del Castello Sforzesco di Milano, posto a disposizione del Comune di Milano.
Lo studio ha coinvolto tanti altri Musei, Club o Collezionisti privati, invitati a partecipare al nostro evento, per agevolare la conoscenza del patrimonio esistente nel territorio nazionale, favorendo lo scambio di esperienza e collaborazione tra gli stessi e la nostra Scuderia Autieri d’Italia, per instaurare futuri legami e valorizzare le rispettive collezioni e competenze, per favorire nel pubblico la presa di coscienza del patrimonio come veicolo di appartenenza, dialogo e conoscenza.
Brig.Gen.(ris) Francesco Lo Iacono





Intitolazione Parco Autieri d'Italia




ANCHE l'ON. DAVID MARIA SASSOLI E' UN NOSTRO AUTIERI D'ITALIA
E SOCIO ONORARIO


AUTIERI PER SEMPRE
Oggi 28 aprile 2021, ricorre il 105° Anniversario della nascita dell'Autiere Ferruccio Lamborghini, nato a Renazzo (FE) ed effettivo durante la seconda guerra mondiale al 50° Autoreparto Misto di Mobilitazione, facente parte del 9° Reggimento Autieri, operante nell'isola di Rodi.
"Un ragazzo pieno di ingegno e con la meccanica nel cuore”, come racconta il figlio Tonino Lamborghini, nel video realizzato in onore del papà, che condividiamo per ricordare l'illustre industriale, orgogliosi di averlo avuto nei nostri ranghi.
Brig.Gen.(ris) Francesco Lo Iacono
Sezione di ROMA 70° Anniversario di Fondazione

IL 12 Maggio 1951 diciotto Autieri , quasi tutti reduci della Seconda Guerra Mondiale, animati da un indomabile spirito di corpo, capeggiati dal Gen. Giuseppe Papi. Si recarono dal Notaio Dr. Mario Pulcini e costituirono la Sezione A.N.A.I di ROMA. Sono trascorsi 70 anni da da quella data durante i quali centinaia di Autieri e amici degli Autieri, animati da un sentito attaccamento alle Istituzioni e alle nostre Mostrine Nero Azzurre, si sono iscritti alla nostra Sezione. Un Caro pensiero lo rivolgiamo ai Soci che ci hanno lasciato e un sentito Grazie lo indirizziamo ai Presidenti ed ai Componenti del Consiglio Direttivo che ci hanno preceduti. Grazie al loro incondizionato quotidiano impegno e attaccamento alla nostra Sezione, oggi possiamo vantarci di aver raggiunto ragguardevoli traguardi, sia nel campo delle concrete iniziative come la nostra fattiva ed entusiasta presenza nella Protezione Civile e l'impegno dell'Educazione Stradale rivolto agli alunni delle Scuole Elementari sia sul piano delle iniziative Culturali e Sociali volte tutte a mantenere la nostra Identità e memoria condivise.Gridando il Motto degli Autieri " Fervent Rotae Fervent Animi ". Auguro alla Sezione A.N.A.I di ROMA ed a tutti i nostri soci un Buon Anniversario.


Conferita al Maggior Generale Sergio Santamaria, Direttore del Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza, la prestigiosa benemerenza civica “Piacenza Primogenita d’Italia”, concessa dalla città ai soggetti ritenuti meritori per gesti compiuti o attività prestate a servizio della comunità.
Il giorno 10 maggio 2021, nella prestigiosa cornice del salone monumentale di Palazzo Gotico, alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose, si è svolta la cerimonia di consegna della più alta onorificenza della città di Piacenza, da parte del Sindaco Avv. Patrizia Barbieri, con la seguente motivazione: “Porteremo sempre nel cuore la dedizione e l'altissimo spirito di servizio con cui, costantemente in prima linea, ha difeso e sostenuto il nostro territorio nelle fasi più difficili dell'emergenza sanitaria, rendendo onore ai valori fondanti dell'Esercito Italiano. Le giunga, forte e sincero, l’abbraccio della comunità piacentina."
Come ha proferito il Sindaco nel leggere la motivazione del prestigioso riconoscimento, concesso ad unanimità dall’intera Giunta e Commissione comunale, è stato: “Un riconoscimento che racchiude la sincera attestazione di stima da parte di una comunità intera, che nel Generale Santamaria ha trovato un punto di riferimento in cui riporre fiducia e una guida sicura nei momenti di massima difficoltà. Il suo fattivo rapporto di collaborazione instaurato ed apprezzato da tutte le istituzioni locali, il suo sguardo lungimirante e attento al territorio, la costante disponibilità ad esserci sempre e in prima linea, l’impegno delle componenti del presidio militare durante l’emergenza sanitaria, ove si è prodigato a coordinare l’allestimento di un ospedale da campo, in poche ore, sono state tra le principali doti a testimonianza delle qualità umane e morali, del coraggio, del sacrificio e dell’amore con cui ha preso per mano la città nel periodo in cui si sono sentiti più vulnerabili e indifesi”.
Il Generale Sergio Santamaria, nella sua allocuzione di ringraziamento al Sindaco ed alle istituzioni cittadine ha dichiarato pubblicamente il suo orgoglio per avere servito la città di Piacenza per ben tre anni: “Onorato di aver servito questa comunità”.
Ha continuato il suo intervento ricordando una frase che gli diceva sempre il padre che “senza gratitudine non si va da nessuna parte”, dedicando questo riconoscimento non alla sua persona, ma alle istituzioni: nella fattispecie all’Esercito che lui ha rappresentato, ma in generale a tutte le forze militari e civili che hanno lavorato duramente in quest’ultimo difficilissimo periodo. Con particolare emozione ha espresso la propria riconoscenza all’ex Questore Dott. Pietro Ostuni che lo ha definito orgogliosamente un “Uomo dello Stato”,  alla comunità piacentina che lo ha accolto e che gli ha dato tantissimo in questi tre anni, riconoscente e orgoglioso di appartenere all’Esercito ed alla città di Piacenza che ha avuto l’onore di servire e che porterà sempre nel cuore con profondo affetto. Ha rivolto un apprezzato compiacimento pubblico a tutto il proprio personale del Polo Mantenimento Pesante Nord che lo ha sostenuto ed affiancato in questa sua nobile esperienza.
A margine della cerimonia anche i rappresentanti della Consulta degli Studenti della città hanno avuto il piacere di donare, per affetto e amicizia, un poster con le immagini più significative dell’attività svolta a favore della città di Piacenza.
All’emozionante cerimonia, contraddistinta da una standing ovation all’ingresso nel salone rivolta al Generale Santamaria, particolarmente commosso per il fragoroso applauso, ha partecipato, in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, il Vice Presidente Nazionale, Brig.Gen.(ris) Francesco Lo Iacono, fiero di essere stato invitato all’evento ed orgoglioso di avere vissuto questa memorabile giornata che ha dato lustro alla sua personalità, all'Esercito ed alla nostra Arma dei Trasporti e Materiali, a cui appartiene ed il cui personale in servizio in Italia ed all’estero è responsabile di ogni attività logistica, a supporto di tutti i Reparti delle altre armi e specialità dell’Esercito, nonché delle attività di supporto all’emergenza sanitaria. La cerimonia odierna rafforza la consapevolezza dell’importanza che ha assunto la nostra Arma ed il senso di responsabilità, la professionalità e lo spirito di servizio ed il senso del dovere posseduto dal Generale Sergio Santamaria, da tutto il personale militare e civile del Polo Mantenimento Pesante Nord, e da tutto il personale delle altre Unità dell’Arma TRAMAT impiegato in tutto il territorio nazionale.
Brig.Gen.(ris) Francesco Lo Iacono

Sezione di Napoli
Coronavirus - centro vaccinale ex Ospedale San Gennaro alla sanità Napoli
L'Associazione Nazionale Autieri D'Italia - sezione di Napoli ancora una volta al fianco dell'ASL NA1 per dare supporto ed assistenza alla popolazione. L'utile e prezioso aiuto dei volontari partenopei ha permesso alle autorità sanitarie di istituire il camper mobile per poter vaccinare coloro che non avevano potuto farlo nei centri vaccinali predisposti. Grazie alla partecipazione dei volontari Autieri il camper mobile effettuerà vaccinazioni in tutta la città.  Il presidente della sezione di Napoli ,Gen. brig. Salvatore Cincimino , si è complimentato con i suoi volontari  per  l'impegno e i sacrifici ma soprattutto l'entusiasmo che ci mettono ogni giorno.


Sezione di Porto Viro
la presenza della Bandiera della Sezione alla Cerimonia (tenutasi in forma ridottissima e con tutte le necessarie precauzioni) del XXV Aprile ('21) a Porto Viro (Rovigo) Alla stessa ha partecipato il Segretario/Tesoriere Rag. Nico Ferro che è riuscito a procurare le due foto che vede. Il Presidente Maccario
 

IL MILITE IGNOTO
La scorsa settimana Cavernago (provincia di Bergamo) ha un Cittadino in più. Il consiglio comunale ha conferito la CITTADINANZA ONORARIA ad una persona veramente speciale, IL MILITE IGNOTO.
Forse non tutti sanno che il Milite Ignoto è un militare morto in guerra il cui corpo non è stato identificato. La sua tomba è una sepoltura simbolica che rappresenta tutti coloro che sono morti in un conflitto e che non sono mai stati identificati. La pratica di avere una tomba del Milite Ignoto si è diffusa dopo la prima guerra mondiale, un conflitto in cui il numero di corpi non identificati fu enorme.
In Italia dopo ampia discussione fu deciso che la salma sarebbe stata tumulata a Roma all’Altare della Patria e così avvenne il 4 novembre 1921. La salma fu scelta nella basilica di Aquileia, tra undici raccolte in undici significativi teatri di guerra, dalla madre di un sottotenente irredento disperso, Maria Bergamas, in rappresentanza di tutte le donne italiane, mamme e spose di soldati dispersi nella Grande Guerra. Le dieci salme residue e Maria Bergamas furono sepolte nel cimitero degli Eroi dietro l'abside della basilica.
Quest’anno 2021 ricorre appunto il centenario della tumulazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria e per questo, l’associazione Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia e di seguito il Presidente della Repubblica hanno invitato tutti i comuni italiani a rendere onore al caduto conferendogli la cittadinanza onoraria.
Cavernago non poteva sottrarsi a questo invito, in quanto come Amministrazione e Comunità ci sentiamo in dovere di ricordare le tantissime vittime di tutti i conflitti morte per il nostro bene e per quello dei nostri figli. Un testo appare all’uscita di uno dei più grandi sacrari della 1°guerra mondiale a Re di puglia:
“O viventi che uscite se per voi non duri e non cresca la gloria della Patria noi saremo morti invano”.
Questo è il senso che il Consiglio Comunale all’unanimità ha voluto sancire giovedì sera.
Presenti alla cerimonia l’ass. Alpini e Autieri d’Italia gruppo di Cavernago.
Viva l’Italia e Onore ai Caduti.

50° Anniversario - - - 1971  - - - 2021
della ricostituita Sezione A.N.A.I.  di Trieste

Il Presidente della Sezione Cav. Uff. Giovanni GASPARINI

Roma 24 Febbraio 2021 - Saluto di commiato
in video conferenza del Ten. Generale Gearado Restaino



104° Anniversario Arma Trasporti e Mareriali
In allegato il messaggio del Capo di SME e del Capo dell' Arma Tramat in merito alla nostra Storica Ricorrenza, e in allegato il video messaggio
  

Stato Maggiore Dell'Esercito Ordine del giorno all'Esercito

 
Messaggio del Capo di SME
in occasione della Festa dell'Esercito Italiano 2020

Arma Trasporti e Materiali 102 anni insieme


    


"la Sezione ANAI di Roma  ha il piacere di  pubblicare il seguente storico filmato girato dall'Istituto LUCE negli anni  cinquanta presso l' allora Scuole della Motorizzazione."

TeF Channell Magazine Video SPECIALE 4 NOVEMBRE 2013

MUSEO DELLA MOTORIZZAZIONE

per una corretta visualizzazione usa






 

Torna ai contenuti | Torna al menu